gattuso-conf-2019-1.jpg

Gattuso: «La Juve non sbaglia due gare di fila. Pirlo? Gli farei volentieri uno scherzo. Su Petagna e Mertens...»

Scritto da -

Il tecnico Gennaro Gattuso ha parlato alla vigilia della Supercoppa.
«Sono passati sei mesi dall'ultima finale, arriviamo a questa partita con una identità diversa, idem la Juventus che ha cambiato qualcosina. Sono due squadre che hanno cambiato tanto. Vincere sarebbe importante perché dal punto di vista mentale può esaltarci, mentre in caso di sconfitta dovremo saper reagire subito».

«Queste sono partite che si preparano parlando poco. Il 6-0 contro la Fiorentina non cambia nulla. Venivamo da un periodo non brillantissimo e la gara con la Viola ci è anche andata bene, poteva cambiare con le occasioni della Fiorentina. Bisogna farci trovar pronti senza farci sorprendere. Vediamo alla fine come andrà. Purtroppo stiamo ancora vivendo un altro sport, perché c'è poco tempo tra una partita e l'altra e anche nello spogliatoio c'è sempre un'aria strana per questo dannato Covid. Non c'è tranquillità. I valori reali delle squadre non emergono, manca qualcosa».

La sfida con il compagno campione del mondo Pirlo. «Io e Lui abbiamo iniziato a giocare presto insieme, nelle giovanili delle Nazionali. Ci siamo aiutati e c'è grande amicizia tra di noi, abbiamo condiviso tanto in campo ed abbiamo fatto anche qualche danno fuori dal campo. Degli scherzi lo sapete, ha preso più schiaffi da me che da suo padre. Spero di dargli un dispiacere. Vinca il migliore, resterà sempre un grande amico».

Tattica. «L'idea di fare qualche scherzo a Pirlo c'è... ma vediamo. Spero che la squadra non cada nella trappola di pensare che la Juve sia in difficoltà. Non sbagliano mai due partite di fila. Dobbiamo fare attenzione, tenendo bene il campo e facendo bene le cose che ci riescono bene, prestando più attenzione alle cose che ci vengono meno bene. La Juventus ha una rosa incredibile, non dobbiamo pensare che la Juve sia in crisi. Le mancano dei giocatori ma può sempre metterti in difficoltà. Un errore che non dobbiamo fare è fargli sentire l'odore del sangue, perché altrimenti ci fanno male».

Sull'arbitro Valeri. «Mi sembra che a Doha era proprio lui l'arbitro della finale vinta dal Napoli. E' un professionista e un arbitro internazionale, c'è grande rispetto da parte mia. Ha la giusta esperienza per arbitrare la partita facendo rispettare tutte le regole».

Su Petagna e Mertens. «Oggi Andrea ha fatto cosa gli abbiamo chiesto e domani lo valutiamo. Mertens sta stringendo i denti e gli vanno fatti i complimenti per questo. Si sta allenando ore in più rispetto agli altri con degli antinfiammatori perché sente ancora dolore. Non è al 100% ma se servirà potrà darci una mano».


RISULTATI
06.03
Spezia
Benevento
1 - 1
06.03
Udinese
Sassuolo
2 - 0
06.03
Juventus
Lazio
3 - 1
07.03
Roma
Genoa
-
07.03
Crotone
Torino
-
07.03
Sampdoria
Cagliari
-
07.03
Verona
Milan
-
07.03
Fiorentina
Parma
-
07.03
NAPOLI
Bologna
-
08.03
Inter
Atalanta
-
CLASSIFICA
1
Inter
59
2
Milan
53
3
Juventus
52
4
Atalanta
49
5
Roma
47
6
NAPOLI
44
7
Lazio
43
8
Verona
38
9
Sassuolo
36
10
Udinese
32
11
Sampdoria
31
12
Bologna
28
13
Genoa
27
14
Spezia
26
15
Benevento
26
16
Fiorentina
25
17
Cagliari
21
18
Torino
20
19
Parma
15
20
Crotone
12
PROSSIMO TURNO
12.03
Lazio
Crotone
12.03
Atalanta
Spezia
13.03
Benevento
Fiorentina
13.03
Sassuolo
Verona
13.03
Genoa
Udinese
14.03
Bologna
Sampdoria
14.03
Torino
Inter
14.03
Cagliari
Juventus
14.03
Parma
Roma
14.03
Milan
NAPOLI