napoli_atalanta_23_20212022.jpg

NAPOLI, il cuore non basta. ATALANTA con i muscoli: 2-3

Scritto da -

Il Napoli si arrende sul più bello alle difficoltà, uscendo con la prima sconfitta interna del campionato.
L'Atalanta passa 2-3 in rimonta, sfruttando la nostra emergenza: quando al 60' le forze sono calate e siamo andati in apnea, loro ci hanno puniti.
Da applausi comunque l'intera partita degli azzurri, con il rammarico che Petagna - così come era successo a Mertens a San Siro - ha avuto la palla del possibile pareggio nel recupero, ma l'ha mandata alle stelle.

Le formazioni ufficiali:
NAPOLI (3-4-3) –
Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus; Malcuit, Zielinski, Lobotka, Mario Rui; Elmas, Mertens, Lozano.
A disp. Meret, Marfella, Ghoulam, Mane, Demme, Ounas, Petagna, Politano. All. Spalletti
ATALANTA (3-5-2) – Musso; Toloi, Demiral, Palomino; Zappacosta, de Roon, Freuler, Maehle; Pessina; Malinovskyi, Zapata.
A disp. Rossi, Sportiello, Koopmeiners, Muriel, Pezzella, Djimsiti, Hateboer, Scalvini, Miranchuk, Ilicic, Pasalic, Piccoli. All. Gasperini

Non per scelta ma per necessità, Spalletti è costretto a inventarsi un Napoli inedito negli uomini, nel modulo e nelle strategie contro l'avversario peggiore: le hanno vinte tutte in trasferta tranne un pari a Milano con l'Inter.
Privo di Koulibaly, Anguissa, Fabian, Osimhen, Insigne (ossia i più alti, i più robusti e più tecnici) e con Demme e Politano ancora non al top, il tecnico azzurro vara la difesa a tre con Di Lorenzo centrale aggiunto. Malcuit rispolverato a destra e Mario Rui a sinistra, in mezzo Lobotka e Zielinski, davanti Elmas, Lozano e Mertens.

Il modulo è lo stesso che adottò Gattuso nella semifinale di Coppa Italia dello scorso anno, con 3 centrali e due terzini a tutta fascia. All'epoca finì 0-0, ma ci massacrarono. Perché non è il modulo che conta, ma quello che metti in campo. E il Napoli ci mette tutto.

Loro sono treni che corrono, sgomitano e azzannano. E mediamente hanno 10 cm e 10 kg di muscoli in più. Così per non finire tritati fisicamente, Spalletti se le gioca con la stessa moneta: pressing feroce e gioco palla immediato a cercare la profondità.

I primi 5 minuti del Napoli sono un incanto. L'Atalanta non es e dalla metà campo, soffocata dal nostro pressing.
Al 2' Mertens sta per scippare palla a Musso che si salva con un tocco a spazzare via, mentre al 4' il pressing azzurro riconquista palla e Lozano la cede a Mertens che viene anticipato al momento del tiro.

L'approccio è ottimo, ma deve fare i conti con la doccia gelata al 6', quando l'Atalanta passa: lancio lungo per Zapata che sposta Rrahmani e serve Malinoski al limite, botta forte sotto la traversa, 0-1.
Il gol ci destabilizza solo un attimo, poi riprendiamo a giocarla bene, e al 12' sfioriamo il pari: altro recupero palla in pressione, Mario Rui sfonda sulla fascia e crossa teso sul secondo palo dove Lozano, a porta vuota, arriva in scivolata ma la palla gli rimane tra le gambe e finisce fuori.

Su questa occasione il Napoli rifiata, mentre l'Atalanta ci ha preso le misure e prende in mano il gioco.
Zappacosta ci fa penare al 20', tiro alto.
Poco dopo Rrahmani scivola sul terreno e Pessina scappa verso la porta, lo stesso Rrahmani riesce a tornare in contrasto e Ospina completa l'opera parando la botta.
Al 23' azione in copia al gol: palla dentro per Zapata che fa sponda al limite, il tiro di Pessina però è fuori di poco.
Al 27 ancora Atalanta. sempre Zapata in evidenza. Prima ispira la botta di Zappacosta, poi ribadisce lui di testa ma Ospina para entrambe le volte.

Il Napoli si risveglia dai problemi alla mezz'ora, quando un bel filtrante di Lobotka pesca Lozano in profondità, ma il diagonale da fuori è lento e facile per Musso.
Al 40' improvvisamente il pari azzurro: Lozano va via un fuga e ne sfida 4, riesce a tenere palla, non si sa come, l'azione va avanti, Malcuit salta l'uomo e cross, Mertens arriva sulla palla e scarica per Zielinski che ci prova due volte, e alla seconda fa gol, 1-1.
Sulle ali dell'entusiasmo il Napoli si affaccia ancora pericolosamente con un tiro da fuori di Elmas a lato.

Il primo tempo si chiude pari, con il bilancio delle occasioni che pende dalla parte loro, ma con un Napoli comunque da applausi per la grinta e l'applicazione.

In avvio di ripresa accade subito la svolta, Lobotka lavora palla, arriva a Malcuit che lancia subito profondo per Mertens che se ne va da solo e infilza Musso, 2-1.
L'Atalanta si alza subito e ci preme, mentre noi è evidente che cerchiamo di sfruttare il contropiede.

Al 52 rischio enorme: cross di Maele, Zapata la prende di testa e la manda sul PALO, la palla rimbalza su Ospina e Mario Rui spazza.
Sull'angolo seguente, colpo di testa in area e palla alta.

Cambiano entrambi al 54'.
Fuori Lobotka (anche lui si fa male) dentro Demme, entra per loro Ilicic.
Proprio Ilicic al 65' va al tiro dal limite, Mario Rui entra in scivolata ma non tocca con le mani. Mariani, che aveva dato rigore, torna dal VAR e annulla il penalty.

Comprensibilmente, abbiamo il fiato corto e proviamo a rimanere attaccati con le unghie al match.
Ma è durissima perché loro possono pescare tanto in panchina, noi abbiamo solo un paio di attaccanti e Ghoulam.

Al 66' Ospina alza la inzuccata di Demiral da 4 metri.
Ma due minuti dopo lo stesso Demiral viene imbeccato lungo da Toloi, si avvia verso Ospina e lo fumina, 2-2.
Escono Lozano e Mertens, dentro Petagna e Ounas.
Ma non ne abbiamo più.
Ilicic va dentro per Freuler che dal limite insacca, 2-3.

Con tutto quello che abbiamo, proviamo a riportarci avanti. Un cross velenoso di Malcuit impegna Musso.
Due minuti dopo lo stesso Malcuit elude bene Palomino, ma poi spara alto.
Al 84' Spalletti manda dentro Politano per Malcuit.
All'86' punizione di Mario Rui diretta verso la porta, Musso c'è.
Al 93' Petagna fa prima una cosa buona, lanciando Politano, ma in chiusura - dopo un tiro di Rui ribattuto - spara alle stelle la palla del pareggio.



RISULTATI
15.01
Sampdoria
Torino
1 - 2
15.01
Salernitana
Lazio
0 - 3
15.01
Juventus
Udinese
2 - 0
16.01
Sassuolo
Verona
2 - 4
16.01
Atalanta
Inter
0 - 0
16.01
Venezia
Empoli
1 - 1
16.01
Roma
Cagliari
1 - 0
17.01
Fiorentina
Genoa
6 - 0
17.01
Bologna
NAPOLI
0 - 2
17.01
Milan
Spezia
1 - 2
CLASSIFICA
1
Inter
50
2
Milan
48
3
NAPOLI
46
4
Atalanta
42
5
Juventus
41
6
Fiorentina
35
7
Roma
35
8
Lazio
35
9
Torino
31
10
Verona
30
11
Empoli
29
12
Sassuolo
28
13
Bologna
27
14
Udinese
23
15
Spezia
22
16
Sampdoria
20
17
Venezia
18
18
Cagliari
16
19
Genoa
12
20
Salernitana
10
PROSSIMO TURNO
23.01
Inter
Venezia
23.01
Lazio
Atalanta
23.01
Empoli
Roma
23.01
Milan
Juventus
23.01
Genoa
Udinese
23.01
Torino
Sassuolo
23.01
Cagliari
Fiorentina
23.01
Verona
Bologna
23.01
Spezia
Sampdoria
23.01
NAPOLI
Salernitana