demagistris-borriello.jpg

De Magistris aveva detto: lavori lunedì. Borriello dice martedì. Poi ammette: «Servono altri fondi...»

Scritto da -

Si sono resi conto che con 25 milioni si fa poco e niente e adesso vorrebbero che anche il Napoli metta mano al portafogli
Lo stadio San Paolo finalmente verrà ritoccato con diversi interventi dei quali si sentiva il bisogno da anni. Fin qui, tanto di cappello all'amministrazione comunale per il lavoro che sta portando avanti. Però dobbiamo fermarci qui con gli elogi, perché tutto il resto è un pianto.

L'ultima sparata di De Magistris è stata di pochi giorni fa, e si rivela l'ennesima bufala. A De Laurentiis disse in modo polemico e risentito: "Gli rispondo che da lunedì parleranno gli operai che saranno al lavoro al San Paolo".
Bugia. Chi passerà lunedì probabilmente a Fuorigrotta non vedrà operai, visto che l'assessore Borriello ha annunciato che la data di inizio lavori sarà martedì. A De Magistris perdoniamo l'errore, ma ci chiediamo perché continuino a sparare delle date che poi vengono puntualmente smentite. Di figuracce non ne sono state fatte abbastanza?

A parte questo, è triste prendere atto di altre affermazioni dell'assessore Ciro Borriello (rilasciate a teleclubitalia). «Ci vorrebbero altri fondi per togliere anche la copertura, per fare altri lavori di miglioramento. Quelli che ci sono servono per fare dei primi lavori di manutenzione negli spogliatoi. A Udine ad esempio c'è stato un investimento importantissimo, anche economicamente. Noi non abbiamo chiuso le porte al Napoli».
In pratica, quello che era stato trionfalisticamente annunciato come un grande passo si scopre che è un ritocchino e poco altro, mentre per fare le cose per bene il Comune avrebbe bisogno di un sostegno da parte del Napoli.

Si sono resi conto che con 25 milioni si fa poco e niente e adesso vorrebbero che anche il Napoli metta mano al portafogli. Attenzione, però vogliono che lo faccia alle loro condizioni, rinfacciandogli che il San Paolo è un impianto comunale.
Scusate, ma che logica è? Paga anche tu ma decido io. Comodo così.

Quando il Napoli la mano al portafogli voleva metterla (ottobre 2015) voleva farlo alle proprie condizioni (via la pista, stadio più piccolo, convenzione di importo piccolo), tenuto anche conto che si tratta dell'unico vero utilizzatore pagante dello stadio (dalle altre attività si ricavano briciole).
Anziché fare i gradassi ed andare al muro contro muro, scoprendo poi un anno dopo che i soldi per il San Paolo sono pochini, non era meglio portare avanti quella trattativa col Napoli?


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
1 Y 6 e 6 v
RISULTATI
29.02
Lazio
Bologna
2 - 0
29.02
NAPOLI
Torino
2 - 1
01.03
Lecce
Atalanta
2 - 7
01.03
Cagliari
Roma
3 - 4
08.03
Parma
Spal
0 - 1
08.03
Milan
Genoa
1 - 2
08.03
Sampdoria
Verona
2 - 1
08.03
Udinese
Fiorentina
0 - 0
08.03
Juventus
Inter
2 - 0
09.03
Sassuolo
Brescia
3 - 0
CLASSIFICA
1
Juventus
63
2
Lazio
62
3
Inter
54
4
Atalanta
48
5
Roma
45
6
NAPOLI
39
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Sassuolo
32
12
Cagliari
32
13
Fiorentina
30
14
Udinese
28
15
Torino
27
16
Sampdoria
26
17
Genoa
25
18
Lecce
25
19
Spal
18
20
Brescia
16
PROSSIMO TURNO
08.03
Genoa
Parma
08.03
Inter
Sassuolo
08.03
Bologna
Juventus
08.03
Lecce
Milan
08.03
Fiorentina
Brescia
08.03
Torino
Udinese
08.03
Atalanta
Lazio
08.03
Verona
NAPOLI
08.03
Spal
Cagliari
08.03
Roma
Sampdoria