diawara-ancelotti-dimaro-2018.jpg

Diawara scontento, ma Ancelotti ci crede ancora. Sassuolo e Lazio per rinascere

Scritto da -

Il giovane guineano ha trovato finora pochissimo spazio, ma Ancelotti crerde che possa ancora esplodere
Prima del rompete le righe per le vacanze invernali, Carlo Ancelotti fece solo una considerazione importante riguardo al mercato: "la rosa ideale è di 20 giocatori più i portieri, noi adesso siamo a 21". Vista la situazione, è facile capire che quell'uomo di troppo potrebbe essere uno dei 2 scontenti della rosa azzurra: Rog o Diawara.

La partenza di Marko Rog al momento resta la più semplice e anche probabile, visto che è ben accetta da tutti anche l'ipotesi del prestito. Resta solo da decidere la destinazione. In Italia ci sono Genoa, Parma (che però Rog non gradisce troppo) e Fiorentina (ma solo a patto di avere una corsia preferenziale per Chiesa), all'estero lo Schalke 04.

Più complicato il discorso per Amadou Diawara. Fermo restando che il Napoli lo cederebbe solo a titolo definitivo, è Ancelotti a non volersene privare (a meno che non arrivi subito uno come Barella, cosa quasi impossibile).

Ancelotti non ha cambiato opinione su Diawara: lo stimava sin da quando era tecnico del Bayern Monaco, e lo ritiene ancora oggi un giocatore dal grande futuro, visto che parliamo di un giocatore di soli 21 anni.
A novembre l'ha difeso dalle critiche ("Anche se qualcuno non è soddisfatto, l'importante è che sono io ad essere contento di Diawara"), mentre a luglio durante il ritiro talvolta lo ha tenuto a lezione "individuale" dopo l'allenamento del gruppo (come si vede nella foto).

Tutto però dipende da Diawara. Deve migliorare, deve evitare quei lunghi periodi di gioco scanzonato, in ciabatte, spericolato e a volte anche incosciente. Deve capire che se Ancelotti gli preferisce finanche Zielinski come vice-Hamsik in cabina di regia, è solo per colpa sua. Le doti ce le ha, anche fisicamente in questi due anni si è "gonfiato" di muscoli. Adesso deve sintonizzare meglio la testa e far esplodere il suo potenziale.

Le occasioni ci sono, e sono pure imminenti. Si chiamano Sassuolo (Coppa Italia) e Lazio (campionato), visto che l'infortunio di Hamsik difficilmente sarà smaltibile prima di fine mese. Tocca a Diawara coglierle, e Ancelotti fa il tifo per lui.


  Commenti (0) Inserisci un commento




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
p 7 b 4 Z 9
RISULTATI
04.10
Brescia
Sassuolo
-
05.10
Spal
Parma
1 - 0
05.10
Verona
Sampdoria
2 - 0
05.10
Genoa
Milan
1 - 2
06.10
Fiorentina
Udinese
1 - 0
06.10
Bologna
Lazio
2 - 2
06.10
Roma
Cagliari
1 - 1
06.10
Atalanta
Lecce
3 - 1
06.10
Torino
NAPOLI
0 - 0
06.10
Inter
Juventus
1 - 2
CLASSIFICA
1
Juventus
19
2
Inter
18
3
Atalanta
16
4
NAPOLI
13
5
Roma
12
6
Lazio
11
7
Cagliari
11
8
Fiorentina
11
9
Torino
10
10
Verona
9
11
Bologna
9
12
Parma
9
13
Milan
9
14
Udinese
7
15
Sassuolo
6
16
Brescia
6
17
Spal
6
18
Lecce
6
19
Genoa
5
20
Sampdoria
3
PROSSIMO TURNO
19.10
Lazio
Atalanta
19.10
NAPOLI
Verona
19.10
Juventus
Bologna
20.10
Sassuolo
Inter
20.10
Udinese
Torino
20.10
Sampdoria
Roma
20.10
Cagliari
Spal
20.10
Parma
Genoa
20.10
Milan
Lecce
21.10
Brescia
Fiorentina