chiriches-villa-stuart-2018.jpg

Chiriches: «Sto bene, spero di essere convocato presto. Scudetto? Ancelotti ci dà fiducia, dobbiamo crederci»

Scritto da -

Il difensore rumeno potrebbe tornare a giocare dopo il brutto infortunio di inizio stagione
Il difensore azzurro Vlad Chiriches ha parlato a Kiss Kiss Napoli, annunciando di essere pronto a tornare presto in campo: «non so quando sarà, ma spero molto presto. Però l'importante è che mi senta al meglio per poter poi dare il massimo. Dopo essermi fatto male è stato difficile stare fermo, vedi i compagni giocare le partite e stai male. Quando rientri e acquisisci fiducia ti viene voglia di entrare in campo. Sto lavorando con il gruppo e presto credo di ritrovare la migliore condizione».

«Manca ancora tanto alla fine della stagione e credo che siamo in corsa sia in Italia che in Europa. Crediamo di poter dare battaglia in campionato e sappiamo di poter fare strada in Europa League. Il mister ci trasmette fiducia, anche se per il campionato sappiamo di doverle vincerle quasi tutte per farcela. E’ difficile. L’Europa League è una competizione che può essere vinta. Lui ha tanta fiducia in noi, ce lo trasmette. Speriamo di arrivare in fondo».

Sulla sfida contro la Fiorentina: «Pensiamo ancora all’anno scorso, eravamo così vicini all’obiettivo. Quella partita ci fece perdere la testa. Speriamo di vincere e togliere quel risultato dalla mente. Ci sono motivazioni particolari. Loro hanno Chiesa, Simeone, Muriel: la Fiorentina ha giocatori forti. Fanno gol, dobbiamo stare attenti e fare una bella fase difensiva».

Più difficile marcare Insigne, Mertens o Milik? «Tutti in attacco da noi sono forti. Hanno qualità. A volte fanno giocate che non ti aspetti».

Su Ancelotti: «Personalmente mi ha dato una grande mano. Quando mi sono infortunato, il primo pensiero è stato: forse è finita la stagione. Invece lui mi ha parlato, mi ha dato tanta fiducia ed una grandissima mano per recuperare. Lo ringrazio molto per la sua vicinanza».



Su Koulibaly: «tra i primi tre al mondo in difesa. Lo ha dimostrato. Si vede che è un grande giocatore. Continuerà così quest’anno. E' stata brutta la vicenda che lo ha coinvolto. Sul razzismo in Italia c’è una cultura diversa. Ma anche in Inghilterra succede lo stesso. Non diciamo che negli altri Paesi non succede. Accade ovunque. Non dovrebbero verificarsi, ma capita. E dobbiamo superarle».

Sul calo di spettatori al San Paolo: «Mi ha sorpreso vedere lo stadio mezzo vuoto con la Sampdoria. Ci dispiace e speriamo che i tifosi possano seguirci. Spero abbiano fiducia in questa squadra».

Sul rapporto con i tifosi: «non mi chiudo in casa. Esco sempre a mangiare fuori per la città. Non lo facciamo sempre, ma ci piace».


  Commenti (0) Inserisci un commento




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
2 v 5 H 6 b
RISULTATI
25.05
Frosinone
Chievo
0 - 0
25.05
Bologna
NAPOLI
3 - 2
26.05
Torino
Lazio
3 - 1
26.05
Sampdoria
Juventus
2 - 0
26.05
Fiorentina
Genoa
0 - 0
26.05
Cagliari
Udinese
1 - 2
26.05
Spal
Milan
2 - 3
26.05
Atalanta
Sassuolo
3 - 1
26.05
Roma
Parma
2 - 1
26.05
Inter
Empoli
2 - 1
CLASSIFICA
1
Juventus
90
2
NAPOLI
79
3
Atalanta
69
4
Inter
69
5
Milan
68
6
Roma
66
7
Torino
63
8
Lazio
59
9
Sampdoria
53
10
Bologna
44
11
Sassuolo
43
12
Udinese
43
13
Spal
42
14
Fiorentina
41
15
Cagliari
41
16
Parma
41
17
Genoa
38
18
Empoli
38
19
Frosinone
25
20
Chievo
17
PROSSIMO TURNO