milik-2018-2.jpg

PAGELLE Salisburgo-Napoli. Meno male che c'è MILIK. Positivi anche CHIRICHES e FABIAN. Tante insufficienze

Scritto da -

Il centravanti polacco concretizza una delle poche palle gol azzurre. Mertens anonimo, che erroraccio di Allan
Meret 6: Comincia la serata con un rinvio pessimo che per poco non spalanca la porta a Dabbur. Sull'1-1 non può molto, così come sul 2-1. Di fatto comincia a lavorare negli ultimi 25 minuti.
Hysaj 5.5: A destra prima e in mezzo nel finale. Con risultati non sempre brillanti.
Chiriches 6.5: Dabbur lo mette a sedere in occasione dell'1-1, ma in realtà Vlad non poteva fare altro che tentare la scivolata dopo l'erroraccio di Allan. Mura un tiro a botta sicura di Ramalho al 59'. Poi chiude benissimo su un paio di contropiede austriaci. Un altro infortunio lo manda ko al 75'.
Luperto 5.5: Emozione, poca brillantezza e poca esperienza internazionale: queste le sue grandi attenuanti. Diverse buone cose, però qualche volte diventa un birillo... come in occasione del gol di Gulbrandsen.
Mario Rui 6: Suo il pressing feroce da cui nasce lo 0-1. Il resto del match è un'alternanza di cose riuscite e non.

Callejon 5: Serata anonima. Con tecnica e intelligenza dovrebbe consentire al Napoli di venire fori e palleggiare. Invece no.
Allan 5: Regala un gol con un passaggio svogliato, trasformando una serata tranquilla in una in cui devi stare attento a non fare altri errori.
Fabian Ruiz 6: Non butta mai palla neppure nelle situazioni complicate. E rischia. La sassata che sbatte sul palo nel primo tempo è paurosa. L'unico del Napoli che prova a giocare.
Zielinski 5.5: Comincia bene, collaborando al vantaggio azzurro, poi si spegne piano piano.

Milik 6.5: Degli attaccanti azzurri è quello più feroce quando si arriva in area, ed è anche quello che la butta dentro più spesso. Dovremmo ricordarcelo quando lo critichiamo perché ogni tanto sbaglia qualche gol o arriva con un pizzico di ritardo. Dal 25' praticamente vive in solitudine là davanti. Solo alla fine capiremo quanto sarà stato prezioso quel gol.
Mertens 5: Comincia lavorando per gli altri, poi svanisce.

ENTRATI
Diawara 5.5: Una ventina di minuti a randellare. Maluccio.
Malcuit sv
Youens sv

ALLENATORE
Ancelotti 6: La formazione gliela impongono i medici e il giudice sportivo. Trasmette la mentalità giusta agli azzurri al momento di scendere in campo, visto che dopo un quarto d'ora arriva il gol che ci mette al sicuro. Su quello che accade dopo invece c'è più di un motivo per storcere il naso, anche se bisogna aggiungere che mai la qualificazione è stata davvero in bilico. E se per farlo bisogna anche mettersi dietro e non ripartire più, amen.

img di Stefano Mastronardi


  Commenti (0) Inserisci un commento




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
5 s 5 C 4 r
RISULTATI
15.03
Cagliari
Fiorentina
2 - 1
16.03
Sassuolo
Sampdoria
3 - 5
16.03
Spal
Roma
2 - 1
16.03
Torino
Bologna
2 - 3
17.03
Genoa
Juventus
2 - 0
17.03
Atalanta
Chievo
1 - 1
17.03
Empoli
Frosinone
2 - 1
17.03
Lazio
Parma
4 - 1
17.03
NAPOLI
Udinese
4 - 2
17.03
Milan
Inter
2 - 3
CLASSIFICA
1
Juventus
75
2
NAPOLI
60
3
Inter
53
4
Milan
51
5
Roma
47
6
Atalanta
45
7
Lazio
45
8
Torino
44
9
Sampdoria
42
10
Fiorentina
37
11
Genoa
33
12
Parma
33
13
Sassuolo
32
14
Cagliari
30
15
Spal
26
16
Udinese
25
17
Empoli
25
18
Bologna
24
19
Frosinone
17
20
Chievo
11
PROSSIMO TURNO
31.03
Frosinone
Spal
31.03
Inter
Lazio
31.03
Chievo
Cagliari
31.03
Juventus
Empoli
31.03
Fiorentina
Torino
31.03
Sampdoria
Milan
31.03
Bologna
Sassuolo
31.03
Udinese
Genoa
31.03
Roma
NAPOLI
31.03
Parma
Atalanta