callejon-2018-3.jpg

Callejon: «EuroLeague? Speriamo sia il nostro anno. Rinnovo? Vorrei restare, ne parlerò con De Laurentiis e troveremo un accordo»

Scritto da -

L'esterno spagnolo ha parlato ai microfoni di SKY. Ecco le sue dichiarazioni
Lo spagnolo del Napoli Josè Maria Callejon ha concesso una intervista a Sky. «La Juve è forte da tanti anni, hanno una bellissima squadra e con Ronaldo hanno fatto un passo in avanti. Noi facciamo il nostro lavoro, abbiamo una buona squadra. Abbiamo lottato nelle due partite in cui li abbiamo affrontati in campionato ma non ce l’abbiamo fatta. Noi siamo ancora là, al secondo posto, la stagione non è finita e non vogliamo mollare. Stiamo lavorando così dal primo giorno e dobbiamo continuare fino alla fine.

Top 11 invernale. «Esserci mi rende contento, vuol dire che sto facendo un buon lavoro. Ma sono felice anche per i miei compagni, vuol dire che stiamo facendo bene. Io metterei tutta la mia squadra, perché per me sono i migliori».

Europa. «Abbiamo fiducia, abbiamo già affrontato due squadre difficili e adesso l'Arsenal non ci spaventa. Il Salisburgo ci ha messo in difficoltà, dobbiamo curare i dettagli che faranno la differenza con le squadre forti. Anche l'Arsenal punta all'Europa League, bisogna fare un goal lì così al ritorno al San Paolo dovremo dare tutto. Il Napoli è cresciuto molto negli ultimi anni e vuole continuare a farlo, bisogna fare un passo avanti e vincere qualcosa. E' dura perchè il campionato italiano è difficile ed in Europa son tante che lottano per vincere. Speriamo che, incrociando le dita, questo sarà il nostro anno».

L'asse con Insigne. «Ci troviamo bene, dal primo giorno che sono arrivato a Napoli ci siamo capiti subito. Lui ha questa tecnica di poter mettere la palla dove vuole ed il mio taglio lo faccio da tanti anni. Speriamo di segnare ancora tante volte così».

su Ancelotti. «Grandissimo allenatore, mi piace molto la sua forma di pensare e di allenare. Gestisce bene lo spogliatoio ed il gruppo, dà i giusti consigli visto che ha vinto tanto. La prima cosa che mi ha colpito è che ha chiesto a noi dei consigli, dove volevamo giocare e in che zona del campo. Questo mi ha fatto pensare che è un grande uomo ed un grande allenatore».

Sul futuro. «Ho ancora un anno di contratto e vorrei rimanere, la mia famiglia è contenta. Le mie figlie sono napoletane, la grande parla anche il dialetto. La gente mi vuole bene, mi abbraccia per strada e vuole che resti qui. Dovrò parlare con De Laurentiis per trovare un accordo».


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi il primo e l'ultimo numero
1 X T 1 z 6
RISULTATI
29.02
Lazio
Bologna
2 - 0
29.02
NAPOLI
Torino
2 - 1
01.03
Lecce
Atalanta
2 - 7
01.03
Cagliari
Roma
3 - 4
08.03
Parma
Spal
0 - 1
08.03
Milan
Genoa
1 - 2
08.03
Sampdoria
Verona
2 - 1
08.03
Udinese
Fiorentina
0 - 0
08.03
Juventus
Inter
2 - 0
09.03
Sassuolo
Brescia
3 - 0
CLASSIFICA
1
Juventus
63
2
Lazio
62
3
Inter
54
4
Atalanta
48
5
Roma
45
6
NAPOLI
39
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Sassuolo
32
12
Cagliari
32
13
Fiorentina
30
14
Udinese
28
15
Torino
27
16
Sampdoria
26
17
Genoa
25
18
Lecce
25
19
Spal
18
20
Brescia
16
PROSSIMO TURNO
08.03
Genoa
Parma
08.03
Inter
Sassuolo
08.03
Bologna
Juventus
08.03
Lecce
Milan
08.03
Fiorentina
Brescia
08.03
Torino
Udinese
08.03
Atalanta
Lazio
08.03
Verona
NAPOLI
08.03
Spal
Cagliari
08.03
Roma
Sampdoria