ancelotti-conf-2018-1.jpg

Ancelotti: «Lozano è forte. Possiamo lottare per vincere, me ne prendo la responsabilità. Mercato? Non ne parlo, Giuntoli da 10 in pagella!»

Scritto da -

Il tecnico azzurro ha parlato in conferenza stampa alla viglia della sfida contro la Fiorentina. Ecco le sue dichiarazioni
Il tecnico azzurro Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Napoli.

«Lozano non è disponibile per domani. Si deve allenare e poi ci sono degli aspetti burocratici da risolvere. Sarà però disponibile per Torino. E' un giocatore molto forte e ci siamo stati dietro parecchio. Aumenta il tasso qualitativo della squadra, è molto imprevedibile e veloce. Ieri son stato con lui, un ragazzo molto serio e disponibile con una gran voglia di venire a Napoli. Tutti quelli che sono arrivati hanno mostrato grande interesse, per questo siamo molto felici».

Ruolo di Lozano. «Può giocare soprattutto a destra, prima punta e dietro la prima punta: a volte può giocare anche a sinistra, ci interessava molto proprio per questo. A noi piacciono giocatori completi sia in attacco che a centrocampo. Non ci piacciono gli specialisti».

Anche Milik è out. «Condizioni di Milik? Ha provato ad allenarsi stamattina, ancora sente fastidio: si è allenato molto poco da dopo Ferragosto, preferiamo lasciarlo qua a lavorare e magari esser disponibile per la prossima partita. Il resto sono tutti disponibili, motivati e in una buona condizione».

Voci su Milik. «Se da tempo la società sta cercando di rinnovargli il contratto, vuol dire che vogliamo farlo restare molto tempo a Napoli. Per noi è importantissimo per il presente e soprattutto per il futuro. E' ancora giovane, la cosa curiosa è che se giocasse altrove tutti direbbero che al Napoli servirebbe Milik».

Capitolo mercato. «Io penso alla squadra, domani abbiamo un inizio di stagione importante e difficile, sono concentrato su quello. Non parlo ne' di James, ne' di Llorente ne' di Icardi? Non sono interessato perché se ne interessa la società e abbiamo gente competente. Al mercato e a Giuntoli do 10 in pagella perché il mercato è stato oneroso ma ben fatto. Abbiamo parlato tanto fra di noi delle operazioni che andavano fatte. Pur con delle difficoltà che ci sono in questo mercato, gli obiettivi sono stati praticamente raggiunti. Io sono già contento così, questa squadra mi dà soddisfazione quando li vedo giocare e allenarsi, l'ho detto alla squadra. Sono contento della squadra che ho a disposizione».

Obiettivi. «Ci prendiamo la responsabilità che vogliamo e dobbiamo lottare per vincere il campionato, di più non posso dire. Vogliamo essere consapevoli di essere una squadra forte, competitiva e che lotti per vincere. Dobbiamo migliorare gioco e idee dello scorso anno: ci siamo riusciti solo in parte. Fabian Ruiz è maturato, lo stesso Zielinski: a centrocampo abbiamo un gruppo di giocatori di alto livello, i miglioramenti più grossi li vedremo lì. Sono convinto che qualitativamente siamo più forti dell'anno scorso, adesso bisogna assemblarla e metterla insieme».



Sulla Fiorentina. «Con Chiesa e Ribery sono molto pericolosi in contropiede. Hanno cambiato molto e al Franchi ci sarà molto entusiasmo, con una nuova proprietà e nuovi giocatori. Sarà un bell'ambiente, una partita che vogliamo vincere ma dobbiamo prestare attenzione. Domani mi piacerebbe vedere la gara dello scorso anno a Firenze, giocammo un ottimo calcio creando tante opportunità. L'unico rammarico fu non segnare, sperando che domani la buttiamo dentro in qualche occasione».

Su Callejon. «E' ad un anno dalla scadenza, ma tutti lo sappiamo ma c'è la volontà di tenerlo con noi finchè corre e mantiene questo alto livello di professionalità, qualità e concentrazione».

Su Fabian Ruiz. «L'abbiamo provato dietro la punta e può farlo... Ma potremmo giocare con due attaccanti con Mertens e Milik, qualche volta ha giocato Lorenzo centrale. Qualche volta un centrocampista può fare la mezza punta. Come fece Fabian col Barcellona».

Su Mertens. «Vale lo stesso discorso di Callejon, vogliamo tenerli e devo dire che il fatto che sono a scadenza non incide sul loro rendimento. Se incidesse, non abbiamo altre strade: non giocano, punto».


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
5 A K 2 R 4
RISULTATI
21.02
Brescia
NAPOLI
1 - 2
22.02
Bologna
Udinese
1 - 1
22.02
Spal
Juventus
1 - 2
22.02
Fiorentina
Milan
1 - 1
23.02
Genoa
Lazio
2 - 3
23.02
Torino
Parma
-
23.02
Atalanta
Sassuolo
-
23.02
Verona
Cagliari
-
23.02
Roma
Lecce
4 - 0
23.02
Inter
Sampdoria
-
CLASSIFICA
1
Juventus
60
2
Lazio
59
3
Inter
54
4
Atalanta
45
5
Roma
42
6
NAPOLI
36
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Cagliari
32
12
Sassuolo
29
13
Fiorentina
29
14
Torino
27
15
Udinese
27
16
Lecce
25
17
Sampdoria
23
18
Genoa
22
19
Brescia
16
20
Spal
15
PROSSIMO TURNO
01.03
Lecce
Atalanta
01.03
Milan
Genoa
01.03
Juventus
Inter
01.03
NAPOLI
Torino
01.03
Lazio
Bologna
01.03
Sassuolo
Brescia
01.03
Cagliari
Roma
01.03
Udinese
Fiorentina
01.03
Sampdoria
Verona
01.03
Parma
Spal