ancelotti-conf-2018-1.jpg

Ancelotti scarica la squadra: «Ho le mie colpe, ma in campo vanno loro! Adesso devono chiarire con me»

Scritto da -

Il tecnico azzurro ha parlato dopo la sconfitta interna contro il Bologna per 1-2. Ecco le sue dichiarazioni
Dopo la caduta interna contro il Bologna, Carlo Ancelotti ha parlato alla stampa.
«Un periodo no ci può stare, ma adesso è troppo lungo. Come allenatore mi sento in discussione e mi prendo la mia responsabilità, ma non le voglio prendere tutte, gran parte ma non tutte. In campo ci vanno i calciatori, devono metterci del loro ed in questo momento non ce lo stanno mettendo, o solamente in parte. Domani mi confronterò con la squadra per capire cosa pensano, servono dei rimedi e delle soluzioni. Se i giocatori mi aiutano, bene, altrimenti le troverò da solo. Venerdì è stato chiarito qualcosa, ma ora va chiarito tra me e la squadra».

«Sembrava che la gara di Liverpool potesse essere una svolta, invece abbiamo commesso gli stessi errori delle altre volte. Mostriamo troppa fragilità. Non dobbiamo divagare troppo, il problema è tecnico e tattico: la squadra ha discontinuità, non riesce a mantenere l'attenzione che invece mostra in Europa. Contro il Liverpool abbiamo dimostrato straordinaria compattezza, oggi invece eravamo troppo aperti. Abbiamo fatto un primo tempo discreto e ci sta un calo dopo lo sforzo di Liverpool».

«Ci sono modi per farlo: magari un assetto più compatto ed ordinato, da qualche parte dobbiamo andare. I tifosi sono dispiaciuti e delusi e non posso che dargli ragione. Devo migliorare in fretta la situazione».

«La formazione? Non è un problema di selezione degli uomini, è un problema di collettivo che non sta funzionando. Mertens è stato utilizzato e gestito dopo la Nazionale. Col Liverpool ha fatto bene, per Callejon scelta tattica. Le questioni contrattuali non c'entrano, non hanno parlato con me mai di mercato. La situazione contrattuale va gestita dalla società come sta facendo. Oggi hanno giocato calciatori freschi, post Liverpool molti erano stanchi».

«La società? Ci confrontiamo tutti i giorni, siamo tutti uniti e stiamo soffrendo in questo momento delicato. Vogliamo risolverlo, insieme, al più presto possibile».


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
1 i 2 d 2 r
RISULTATI
29.02
Lazio
Bologna
2 - 0
29.02
NAPOLI
Torino
2 - 1
01.03
Lecce
Atalanta
2 - 7
01.03
Cagliari
Roma
3 - 4
08.03
Parma
Spal
0 - 1
08.03
Milan
Genoa
1 - 2
08.03
Sampdoria
Verona
2 - 1
08.03
Udinese
Fiorentina
0 - 0
08.03
Juventus
Inter
2 - 0
09.03
Sassuolo
Brescia
3 - 0
CLASSIFICA
1
Juventus
63
2
Lazio
62
3
Inter
54
4
Atalanta
48
5
Roma
45
6
NAPOLI
39
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Sassuolo
32
12
Cagliari
32
13
Fiorentina
30
14
Udinese
28
15
Torino
27
16
Sampdoria
26
17
Genoa
25
18
Lecce
25
19
Spal
18
20
Brescia
16
PROSSIMO TURNO
08.03
Genoa
Parma
08.03
Inter
Sassuolo
08.03
Bologna
Juventus
08.03
Lecce
Milan
08.03
Fiorentina
Brescia
08.03
Torino
Udinese
08.03
Atalanta
Lazio
08.03
Verona
NAPOLI
08.03
Spal
Cagliari
08.03
Roma
Sampdoria