gattuso-2019-1.jpg

Gattuso: «Ancora non abbiamo fatto nulla. Serve questo atteggiamento sempre, con il Lecce difendevamo come sagome»

Scritto da -

Il tecnico azzurro ha parlato dopo il successo contro i nerazzurri in Coppa Italia. Ecco le sue dichiarazioni
Il tecnico azzurro Rino Gattuso ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo il successo nella semifinale di andata contro l'Inter.
«Devo fare dei grandi complimenti ai ragazzi, però io voglio vedere una decina di gare giocate così. Bisogna sempre rispettare gli avversari, non solo quelli fortissimi. Oggi la squadra in fase difensiva ci ha messo qualcosa in più. Altre volte ci siamo limitati a fare le sagome pensando che c’è sempre un compagno che ci possa mettere la pezza. Invece se proviamo determinate cose in allenamento, dobbiamo metterle anche in campo. Non è una questione di testa, perché se hai problemi con la testa, dopo tre giorni non fa una gara di sacrificio. E' una questione di concentrazione».

Atteggiamento tattico. «L’Inter abbina fisicità e tecnica, è normale che bisogna oscurare Lukaku e Lautaro. Un mese fa l'Inter ci ha messo in grande difficoltà. Non sono primi a caso. Siamo stati bravi, a tratti anche fortunati Stasera nel primo tempo abbiamo palleggiato bene, ma potevamo anche affondare di più. Nella prima parte della ripresa invece abbiamo sbagliato troppo. Noi abbiamo la capacità di fare correre gli altri, però dobbiamo migliorare la fase di non possesso. Ho sempre avuto la sensazione che gli altri quando vengono nella nostra metà campo ci fanno gol, è una cosa che non ho mai provato in precedenza».

Futuro. «C’è poco da sorridere, ma tanto da lavorare perchè non si è fatto niente. Insigne ha un ginocchio gonfio, Koulibaly non era al 100%. Quando staremo meglio, alzeremo la fase di non possesso. Ora non possiamo regalare uomini agli avversari. Non so quale sia il vero Napoli. Questa squadra ha fatto 3-400 punti in 5 anni. Ha rischiato di vincere un paio di scudetto. Oggi guardiamo ad oggi, non pensiamo ad altro. Diamo il 100% tutti, poi vedremo quale sarà il futuro di tutti noi».

Sulla Champions. «Non ne voglio parlare più, se avessimo battuto il Lecce potevamo pensarci, ma abbiamo preso 10 tiri in porta in quella che per noi valeva come una finale di Champions».

Su Elmas. «Con la Juventus, nel riscaldamento, Insigne ha avuto problemi e Elmas si riscaldò perchè può fare quel ruolo. Può lavorare meglio qualche palla ma sa ripiegare bene».

Su Mertens. «Mertens? Tanta, tanta roba. La prestazione si commenta da sola. Ci ha fatto uscire da situazioni complicate almeno 5 volte. Grande prestazione».


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo i numeri
1 e 9 j 4 a
RISULTATI
21.02
Brescia
NAPOLI
1 - 2
22.02
Bologna
Udinese
1 - 1
22.02
Spal
Juventus
1 - 2
22.02
Fiorentina
Milan
1 - 1
23.02
Genoa
Lazio
2 - 3
23.02
Torino
Parma
-
23.02
Atalanta
Sassuolo
-
23.02
Verona
Cagliari
-
23.02
Roma
Lecce
4 - 0
23.02
Inter
Sampdoria
-
CLASSIFICA
1
Juventus
60
2
Lazio
59
3
Inter
54
4
Atalanta
45
5
Roma
42
6
NAPOLI
36
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Cagliari
32
12
Sassuolo
29
13
Fiorentina
29
14
Torino
27
15
Udinese
27
16
Lecce
25
17
Sampdoria
23
18
Genoa
22
19
Brescia
16
20
Spal
15
PROSSIMO TURNO
01.03
Lecce
Atalanta
01.03
Milan
Genoa
01.03
Juventus
Inter
01.03
NAPOLI
Torino
01.03
Lazio
Bologna
01.03
Sassuolo
Brescia
01.03
Cagliari
Roma
01.03
Udinese
Fiorentina
01.03
Sampdoria
Verona
01.03
Parma
Spal