http://www.napoligol.it/foto/2016/11/pavoletti_napoli_ok.jpg

Ecco perché Pavoletti piace a Sarri ed è finito in cima alla lista del Napoli

Scritto da -

Diciamoci la verità, tra i tanti nomi che sono venuti fuori per rinforzare l'attacco del Napoli, quello di Pavoletti è il meno appariscente e stuzzicante per la piazza. Anche noi abbiamo storto il naso quando l'abbiamo sentito la prima volta.

Tuttavia, dal momento che nel calcio Napoli non lavorano mica dei brocchi ed anzi i risultati dimostrano che hanno la vista lunga, ci siamo presi la briga di guardarci qualche partita del genoano e studiare un po' le sue statistiche.

Partiamo da queste ultime. Pavoletti non avrà giocato in chissà quali top club, ma i gol li ha sempre fatti.
Tre in 6 presenze quest'anno, 14 gol in 25 presenze l'anno scorso, e 6 reti in 10 presenze due stagioni fa, quando arrivò a Genova durante il mercato di gennaio dopo aver fatto 4 mesi opachi a Sassuolo.
Il suo bottino in Serie A quindi è assolutamente di rispetto: 41 presenze e 23 gol col Genoa, solo 9 presenze e 1 gol col Sassuolo (in realtà ha giocato solo 5 volte titolare).

Ma i gol sono un aspetto che interessa relativamente a Sarri, che guarda più che altro al tipo di gioco e di lavoro che fa il centravanti.
E su quello siamo rimasti piacevolmente colpiti da Pavoletti. L'attaccante genoano pur essendo un perticone fa molto movimento. Anzi si prodiga molto per aprire gli spazi per gli inserimenti dei compagni. Non solo, lo abbiamo visto spesso rincorrere il portatore di palla fin nella propria metà campo. Insomma, è uno che in campo le dà e le prende e si dà da fare.

Volendo azzardare dei paragoni, per via del lavoro che svolge, Pavoletti è la migliore approssimazione italiana di Milik e Kalinic, e questo basta a far capire perché piace a Sarri.

Adesso però c'è da capire la sua affidabilità fisica e il costo, perché Pavoletti non è più giovanissimo (28) ed è spesso fermo ai box per infortunio (l'anno scorso ha saltato 9 gare in totale per problemi fisici). Spendere cifre molto elevate, quindi non è chiaro fino a che punto convenga.
Ma al Napoli c'è gente che le decisioni le sa prendere, e anche bene. Lo dicono i fatti.

img di Stefano Mastronardi


  Commenti (0) - Commenti temporaneamente disabilitati



RISULTATI
26.02
Torino
Sassuolo
-
27.02
Spezia
Parma
2 - 2
27.02
Verona
Juventus
1 - 1
27.02
Bologna
Lazio
2 - 0
28.02
Sampdoria
Atalanta
0 - 2
28.02
Crotone
Cagliari
0 - 2
28.02
Inter
Genoa
3 - 0
28.02
Udinese
Fiorentina
1 - 0
28.02
NAPOLI
Benevento
2 - 0
28.02
Roma
Milan
1 - 2
CLASSIFICA
1
Inter
56
2
Milan
52
3
Juventus
46
4
Atalanta
46
5
Roma
44
6
NAPOLI
43
7
Lazio
43
8
Sassuolo
35
9
Verona
35
10
Sampdoria
30
11
Bologna
28
12
Udinese
28
13
Genoa
26
14
Spezia
25
15
Fiorentina
25
16
Benevento
25
17
Torino
20
18
Cagliari
18
19
Parma
15
20
Crotone
12
PROSSIMO TURNO
02.03
Lazio
Torino
03.03
Sassuolo
NAPOLI
03.03
Cagliari
Bologna
03.03
Genoa
Sampdoria
03.03
Fiorentina
Roma
03.03
Milan
Udinese
03.03
Atalanta
Crotone
03.03
Benevento
Verona
03.03
Juventus
Spezia
04.03
Parma
Inter