gattuso-2021.jpg

GATTUSO ci toglie il piacere di scegliere se rimpiangerlo oppure no

Scritto da -

Gattuso ci ha tolto dall'imbarazzo di fare una scelta, ma non lo ringraziamo per questo.
Pensavamo di dover decidere se stare dalla parte di chi lo avrebbe rimpianto con la Champions in tasca, e chi invece malgrado la Champions l'avrebbe comunque voluto fuori.
Invece lui è riuscito nell'impresa - stavolta lo era - di farsi scappare la Champions un'altra volta all'ultima giornata.
Niente Champions=obiettivo fallito. Stop e fine della discussione.
Non c'è più una parte da cui stare, ha fallito
.

Giova ricordare che questa stagione per lui era già in "deroga", giacché venne preso lo scorso anno per tenerare la rimonta Champions. E non c'era riuscito. Arrivò a Napoli che eravamo a 8 punti dal quarto posto. Abbiamo chiuso a 16 punti dalla Lazio quarta.
Però aveva vinto la Coppa Italia e solo per questo motivo pareva giusto dargli un'altra occasione.
Ma l'ha fallita.

Un settimo e un quinto posto non possono far rimpiangere un allenatore (il Napoli era settimo anche con Ancelotti).
Se non altro per una questione ci coerenza, perché bisogna ricordare che Benitez venne crocefisso per un quinto posto, raggiunto con una squadra che per ampiezza e forza dell'organico era mille volte peggio (giusto per rinfrescare le idee, in porta c'erano Rafael/Andujar e a metà campo la coppia Gargano-David Lopez).
Ma Benitez quell'anno vinse una Supercoppa e gli venne scippata la finale di EuroLeague da errori arbitrali contro il Dnipro.

Se vogliamo far bilanci, Gattuso è al penultimo posto nel decennio, "battuto" solo da Ancelotti.

Il fatto che abbia chiuso il girone di ritorno al secondo posto (!), non fa altro che farci incazzare ancora di più, perché Gattuso era allenatore del Napoli anche nel girone di andata.
Si dirà... ma prima ha avuto molte assenze.
Siamo sicuri? Verifichiamolo...

Osserviamo la squadra di stasera: Gattuso ha potuto alternare Osimhen, Mertens, Insigne, Politano, Petagna, Lozano e Zielinski. Circa 250 milioni di potenziale offensivo. Un simile elenco rende poco credibile la giustificazione che per tre mesi gli sono mancati Mertens e Osimhen. Perché gli altri 5 c'erano, e non sono mica dei brocchi.
Ricordiamo anche che il Milan oggi doveva vincere senza attaccanti. Ha vinto, e gli era già capitato altre volte.
Non è che se ti manca una punta centrale sei condannato. Ti ingegni, trovi le soluzioni e vai.

Ecco, in questo Gattuso è andato proprio fuori strada. Non ha cercato soluzioni diverse di fronte ai problemi (tanti, nessuno lo nega), ha pensato solo ad adattare quello che aveva per fare ostinatamente il 4-2-3-1.
E quando non aveva tutti gli elementi per farlo, ha finito anche per mettere Elmas trequartista o esterno, e addirittura anche Lobotka ha giocato trequartista (a proposito, ma che fine ha fatto?).

L'unica vera variante l'abbiamo vista negli ultimi 10 minuti del campionato: 4-1-5. Roba che neppure i disperati si concedono. A dirla tutta, uno schieramento quasi ridicolo.

Si dirà, ma pure la difesa è stata martoriata.
Vabbe', ma non ho deciso mica io di accantonare Rrahmani finché non sono stato costretto a schierarlo per via del contemporaneo ko di Koulibaly e Manolas.
Peraltro l'errore risulta ancora più grave alla luce dell'enorme crescita di Rrahmani.
Invece mentre l'ex Verona guardava, in campo andava un Maksimovic spesso inguardabile.

Sono tante piccole o grandi sfumature che alla fin fine fanno la differenza. Perché la Champions si può perdere anche per un solo punto, e quel punto segna la linea che separa chi centra l'obiettivo da chi ha fallito



RISULTATI
04.12
Milan
Salernitana
2 - 0
04.12
Roma
Inter
0 - 3
04.12
NAPOLI
Atalanta
2 - 3
05.12
Cagliari
Torino
-
05.12
Empoli
Udinese
-
05.12
Juventus
Genoa
-
05.12
Spezia
Sassuolo
-
05.12
Bologna
Fiorentina
-
05.12
Venezia
Verona
-
05.12
Sampdoria
Lazio
-
CLASSIFICA
1
Milan
38
2
Inter
37
3
NAPOLI
36
4
Atalanta
34
5
Roma
25
6
Fiorentina
24
7
Juventus
24
8
Bologna
24
9
Lazio
22
10
Verona
20
11
Empoli
20
12
Sassuolo
19
13
Torino
18
14
Udinese
16
15
Sampdoria
15
16
Venezia
15
17
Spezia
11
18
Genoa
10
19
Cagliari
9
20
Salernitana
8
PROSSIMO TURNO
12.12
NAPOLI
Empoli
12.12
Roma
Spezia
12.12
Genoa
Sampdoria
12.12
Sassuolo
Lazio
12.12
Inter
Cagliari
12.12
Venezia
Juventus
12.12
Fiorentina
Salernitana
12.12
Verona
Atalanta
12.12
Udinese
Milan
12.12
Torino
Bologna