spalletti-conferenza-20212022-2.jpg

SPALLETTI: «Politano out? Le difficoltà si affrontano, non ci si lamenta. Lozano? Cresca col Napoli e riceverà offerte dalle big»

Scritto da -

Il tecnico azzurro Luciano Spalletti ha parlato in conferenza alla vigilia di Inter-Napoli.
"La positività di Politano fa parte purtroppo di quelle difficoltà che possono capitare durante questa stagione. Forse vi siete dimenticati che nelle prime due di campionato, abbiamo giocato con 3 centrocampisti: avevamo Demme infortunato, Zielinski pure e non avevamo ancora Anguissa. Si è giocato con 3 soli giocatori di numero, ma abbiamo fatto quel che si doveva fare ugualmente. Il fatto che manca un giocatore non ci mette in condizioni di fare una gara sotto livello rispetto a quel che siamo. Se ragionassimo diversamente non sarebbe corretto. Gli obiettivi sono dietro le difficoltà che incontriamo. O si ha il coraggio di affrontarle queste difficoltà, o si fa spazio a chi non vede l'ora di affrontarle. Non c'è altra scelta. Non ci si lamenta, non mi sono mai lamentato di niente in 20 anni di carriera, mai! Mai detto: 'Mi manca questo, quest'altro'. Sarebbe come dire alla squadra: 'Non ce la possiamo fare da soli', invece ce la possiamo fare.".

La sfida. "Mi aspetto una gara simile a quelle di Premier come intensità, perché tutte e due le squadre devono far punti e cercare la vittoria. Ma non è definitiva finché non c'è matematica. Ci sono squadre forti, ci sono difficoltà momentanee che possono arrivare da tutte le parti. E' come ha detto Simone Inzaghi. Loro giocano diversamente e dovremo coprire quegli spazi che loro occuperanno in fase di possesso. Son bravi con i due a tutta fascia, noi dobbiamo fare altrettanto quando avremo palla noi. Sarà una gara con tutt'e due squadre vogliose, e sarà un passaggio fondamentale per un'altra piccola felicità, non per la mia magari o anche per la mia. Ma soprattutto per quelle persone che ci amano e ci seguono. Mi diceva Santoro che oggi alla partenza ci saranno 1000 persone a salutarci, una roba impossibile questa qui! E' incredibile quello che organizzano per darci forza, dobbiamo riflettere su quello che dev'essere il nostro comportamento e la nostra voglia".

Il ritorno a San Siro. "Per quanto riguarda le emozioni di domani, non è una partita come le altre perché vivo intensamente tutto ciò che faccio. Non ho da far valere nessuna rivincita con l'Inter. Lì ho dovuto prendere decisioni e le ho prese volentieri, l'allenatore dev'essere giusto per il bene del gruppo: un'esperienza che mi ha dato tanto, ringrazio i tifosi a prescindere dal trattamento che mi riserveranno. Poi a me possono far quel che vogliono. Io guardo il mio lavoro, quando vado via da un club, valuto se ho portato valore in campo e fuori. Le valutazioni poi vanno fatte in base alle possibilità che uno ha a disposizione... Se uno ha la possibilità di spendere 240 milioni di stipendi, non è come averne 100".

L'ala destra. "Può giocare Zielinski, può gicoare Elmas, può giocare Lozano. Abbiamo anche altre soluzioni".

Su Lozano."Sta bene, ha ore e ore di viaggio giocando giovedì e tornando ieri. Ma è molto voglioso, ci ho parlato anche stamane. E' sorridente, è un ragazzo molto positivo. Un ragazzo dolcissimo, professionale. Per cui è anche normale che abbia ambizioni di crescita (ride, ndr). Ma le devono avere tutti. Mi auguro che a fine stagione riceva interesse di club che ritiene più importanti del Napoli, perché no?! Significherebbe che si è reso protagonista del raggiungimento di alcuni nostri obiettivi. L'anno scorso rimanendo fuori dalla Champions, noi non abbiamo ricevuto offerte. Per cui se vogliono richieste da altri club, devono fare risultati qui! E' bene che abbiano questo chiaro, altrimenti non gliene frega niente a nessuno di come si chiamano. "Su Manolas. "Non recupera per Milano, ma sicuramente sarà presto decisivo".Su Koulibaly. "Lui rappresenta tanto, ma non solo per me bensì per tutti. Mi racconto un episodio: all'inizio di questa settimana, quando è tornato e ha fatto il primo allenamento, dopo una scivolata ha sentito dolore al ginocchio. Si è fermato l'allenamento, tutti sono andati da lui, c'erano anche i magazzinieri e tutti i giocatori attorno. Kalidou si è fermato ed è uscito, noi abbiamo ripreso ad allenarci ma tutti guardavano Koulibaly in panchina per capire come stava. Questo è il peso che ha all'interno di un gruppo... anche in Europa League abbiamo detto che vogliamo essere tutti come Koulibaly, sta a significare ciò che rappresenta per noi: una persona straordinaria. Io sono stato fortunato in carriera, ne ho avuti. Ma ho ancora calciatori di cui ritenermi fortunato. Sensini è stato uno di questi: salutava ed entrava negli spogliatoi, senza parlare, ed era rispettato da tutti".

Zhang e De Laurentiis. "Steven guardava un po' più esternamente la situazione, De Laurentiis invece la vive più direttamente... ci si sente spesso per telefono, vuole sapere le cose. Zhang sorvegliava più a distanza, De Laurentiis sorveglia un po' più da vicino. Te la fa sentire la sua presenza. Con entrambi ho lavorato come meglio si crede, ho avuto questa possibilità. Ma son sempre i risultati che fanno la differenza".

Sulla Nazionale. "Mi dispiace perché meritava la qualificazione. I risultati gli hanno dato contro, un po' di fortuna e sfortuna nel calcio esiste. Può essere dipeso qualcosa da questo, ma Mancini sa come fare da solo... a lui non gli si va a insegnare niente."


RISULTATI
26.11
Cagliari
Salernitana
1 - 1
27.11
Sampdoria
Verona
-
27.11
Empoli
Fiorentina
-
27.11
Juventus
Atalanta
-
27.11
Venezia
Inter
-
28.11
Milan
Sassuolo
-
28.11
Udinese
Genoa
-
28.11
Spezia
Bologna
-
28.11
Roma
Torino
-
28.11
NAPOLI
Lazio
-
CLASSIFICA
1
NAPOLI
32
2
Milan
32
3
Inter
28
4
Atalanta
25
5
Roma
22
6
Lazio
21
7
Fiorentina
21
8
Juventus
21
9
Verona
19
10
Bologna
18
11
Torino
17
12
Empoli
16
13
Sassuolo
15
14
Venezia
15
15
Udinese
14
16
Sampdoria
12
17
Spezia
11
18
Genoa
9
19
Cagliari
8
20
Salernitana
8
PROSSIMO TURNO
01.12
Genoa
Milan
01.12
Inter
Spezia
01.12
Bologna
Roma
01.12
Lazio
Udinese
01.12
Fiorentina
Sampdoria
01.12
Torino
Empoli
01.12
Atalanta
Venezia
01.12
Verona
Cagliari
01.12
Sassuolo
NAPOLI
01.12
Salernitana
Juventus