delaurentiis_telefono.jpg

De Laurentiis: «Pavoletti porterà soluzioni nuove. Sarri regista perfetto. Juve? Il gap è nel potere economico»

Scritto da -

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla vigilia di Natale. «Stiamo per fare un regalo ai nostri tifosi. Pavoletti? Il contratto è concluso, ieri ho firmato il Genoa. Deve ancora fare le visite mediche, e speriamo che sia in forma e possa darci quella complementarità che serve. Anche se noi abbiamo Mertens che si è rivelato un vero nueve».

Su Sarri. «Lui è molto furbo, un toscano DOC. Molti allenatori lavorano male perché vivono col timore che possano essere esonerati, mentre per me il tecnico deve essere uno dei punti di forza della società. Giochiamo talmente tante partite che i giocatori possono logorarsi e quindi ci sta che qualcuno possa star fuori».

Il bilancio del 2016. «Il momento più bello non c'è, sono tutti belli perché questo Napoli, grazie a Sarri, si diverte e fa divertire. Con il Napoli non ti puoi mai addormentare. Sarri è il mio regista giusto».

La sfida contro il Real Madrid: «Per noi è un'occasione storica. Affronteremo una grande squadra con una grandissima società con un fatturato 4 volte superiore al nostro. Davide contro Golia. Dobbiamo dimostrare personalità e non dovremo subire l'autorevolezza degli spagnoli. Soprattutto da loro. Qui invece potremo dire la nostra con i tifosi».

La Juventus. «Tra noi e loro c'è un gap societario, perché loro hanno una struttura che dura da tantissimi anni. Agnelli era il re d'Italia, i bianconeri sono una goccia nell'oceano delle proprietà degli Agnelli. Come potere economico non ce n'è per nessuno, la Juve è il top del top. Come squadra invece ce la giochiamo. La loro forza sta nella continuità».

Sulla napoletanità. «Abbiamo pochi italiani e quindi dobbiamo far capire agli stranieri cosa vuol dire Napoli. Mertens lo sa bene, lui è uno scugnizzo forse ancor più di Insigne. E' spensierato, mentre Lorenzo è pensieroso».

Su Gabbiadini: «Abbiamo la necessità di sistemare l'attacco. Serviva però un'altra prima punta d'area di rigore. Ho commesso io un errore di valutazione negli anni scorsi. Non è che non si è riuscito ad esprimere, solo che gli vengono chieste cose diverse dalle sue qualità. Gabbiadini col modulo di gioco di Mihajlovic ha funzionato, con quello di Benitez pure, quindi non posso rimproverargli nulla».

«Non venderò mai il Napoli finché non mi stancherò del mondo del calcio. Riguardo lo stadio invece, dobbiamo ringraziare i Ministri degli Interni che non sono stati capaci di creare delle leggi efficaci per la costruzione di impianti nuovi».


RISULTATI
26.02
Torino
Sassuolo
-
27.02
Spezia
Parma
2 - 2
27.02
Verona
Juventus
1 - 1
27.02
Bologna
Lazio
2 - 0
28.02
Sampdoria
Atalanta
0 - 2
28.02
Crotone
Cagliari
0 - 2
28.02
Inter
Genoa
3 - 0
28.02
Udinese
Fiorentina
1 - 0
28.02
NAPOLI
Benevento
2 - 0
28.02
Roma
Milan
1 - 2
CLASSIFICA
1
Inter
56
2
Milan
52
3
Juventus
46
4
Atalanta
46
5
Roma
44
6
NAPOLI
43
7
Lazio
43
8
Sassuolo
35
9
Verona
35
10
Sampdoria
30
11
Bologna
28
12
Udinese
28
13
Genoa
26
14
Spezia
25
15
Fiorentina
25
16
Benevento
25
17
Torino
20
18
Cagliari
18
19
Parma
15
20
Crotone
12
PROSSIMO TURNO
02.03
Lazio
Torino
03.03
Sassuolo
NAPOLI
03.03
Cagliari
Bologna
03.03
Genoa
Sampdoria
03.03
Fiorentina
Roma
03.03
Milan
Udinese
03.03
Atalanta
Crotone
03.03
Benevento
Verona
03.03
Juventus
Spezia
04.03
Parma
Inter