sarri_7.jpg

Sarri e la coperta corta. Non è colpa di nessuno, ma è un dato di fatto

Scritto da -

La Juve sbanca Napoli ed evidenzia un dato di fatto: la lunghezza della rosa (quindi i soldi) contano
La sconfitta contro la Juventus ha evidenziato quella differenza che ha spinto Sarri a dire e ribadire più volte perché loro sono i favoriti e il Napoli no: la coperta azzurra è bellissima, ma non lunga abbastanza. Quella della Juve sarà meno bella, ma è talmente lunga che non ti senti mai scoperto.

Sì, lo sappiamo che Sarri non ha mai detto proprio così, ma a ben guardare ha espresso lo stesso concetto in un altro modo, dicendo più volte: "finora abbiamo fatto cose straordinarie, bisogna vedere se sapremo dare continuità per 10 mesi". Tradotto: il blocco dei titolari può mettere sotto chiunque, ma bisogna vedere se rimarrà in questo stato di grazia per tutto il tempo di una stagione e anche se i rincalzi saranno capaci di dare quello stesso apporto straordinario degli altri quando servirà.

Purtroppo Sarri ogni volta che lo diceva era consapevole di una cosa: il Napoli è una macchina perfetta se osservato su 11, 12 o forse 13 giocatori. Il resto lascia molti dubbi, specie se si tratta di affrontare grandi incontri. E se da 4 mesi sei costretto a giocare match di campionato e Champions uno dopo l'altro la cosa si fa sempre più complicata.

Il pari con l'Inter, il ko con il City, il pari col Chievo e il ko con la Juve sono tutti risultati figli di situazioni simili. Con l'Inter eravamo stanchi per l'impegno di Manchester, con il Manchester abbiamo pagato il crac di Ghoulam che ha costretto Sarri a improvvisare i terzini, col Chievo eravamo di nuovo stanchi per la seconda sfida col City e con la Juve abbiamo perso perché Mario Rui non ha saputo correre dietro Higuain e perché là davanti Insigne, Mertens e Callejon sono giustificatamente stanchi perché tirano la carretta da 4 mesi. In nessuna di queste partite abbiamo giocato male, ma abbiamo sempre pagato la scarsa brillantezza di alcuni o molti interpreti, titolari e riserve che siano.

Guardiamo in casa Juve per un attimo. Si rompe Higuain (pagato 90 mln con stipendio di 7mln)? Va be' gioca Mandzukic (pagato 21 mln e con uno stipendio di 5mln)... e segna. Si rompe Manduzkic? Va be' gioca Higuain... e segna. Dybala (pagato 40mln e con 7 mln di stipendio) vive un momento no? Va be' segna uno degli altri due. Cuadrado (pagato 20 mln con stipendio di 3mln) è mezzo rotto? Non gioca e al suo posto metto Douglas Costa (stipendio 6 mln). Barzagli (stipendio 3mln) non sta bene? Va be gioca Benatia (stipendio 2,8mln). Lichtsteiner (stipendio 2,8) si rompe? Va be' gioca De Sciglio (stipendio 2mln).

Secondo "The European Elite 2017” di KPMG, la Juve vale 1158 milioni di euro. Il Napoli 388. La Juve ha ricavi per 555 milioni di euro, il Napoli circa un terzo ed anche se molti pensano ancora il contrario, è merito della gestione De Laurentiis se siamo arrivati a questa cifra che anni fa vedevamo col binocolo.
Non è colpa di nessuno se il Napoli ha meno soldi della Juve, ma è un dato di fatto che conta soprattutto nelle situazioni di emergenza, quando cioè bisogna attingere al serbatoio di riserva.

Siamo d'accordo che i soldi non fanno vincere le partite, ma alla lunga incidono su chi può vincere un campionato perché ti consentono - ad esempio - di giocarti un big match senza dover mettere Hysaj e Callejon a destra perché non hai più mancini in rosa, gettando allo stesso tempo nella mischia Maggio per gli assalti finali (con tutto il rispetto per questo gladiatore che fra 10 settimane compirà 36 anni). Ti consentono di lasciare a casa un centravanti e un terzino perché tanto hai l'imbarazzo della scelta per sostituirli. Il Napoli per colmare il buco nella rosa a sinistra (causato peraltro da UN SOLO infortunio) ha dovuto convocare il primavera Scarf... magari per sentire la coperta più calda.

img di Stefano Mastronardi


  Commenti (0) Inserisci un commento




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: fai la somma dei numeri
i 4 i 7 j 3
RISULTATI
09.12
Cagliari
Sampdoria
2 - 2
09.12
Juventus
Inter
0 - 0
10.12
Chievo
Roma
0 - 0
10.12
Napoli
Fiorentina
0 - 0
10.12
Spal
Hellas Verona
2 - 2
10.12
Udinese
Benevento
2 - 0
10.12
Sassuolo
Crotone
2 - 1
10.12
Milan
Bologna
2 - 1
11.12
Lazio
Torino
1 - 3
12.12
Genoa
Atalanta
-
CLASSIFICA
1
Inter
40
2
Napoli
39
3
Juventus
38
4
Roma
35
5
Lazio
32
6
Sampdoria
27
7
Milan
24
8
Torino
23
9
Fiorentina
22
10
Bologna
21
11
Chievo
21
12
Atalanta
20
13
Udinese
18
14
Cagliari
17
15
Sassuolo
14
16
Genoa
13
17
Crotone
12
18
Spal
11
19
Hellas Verona
10
20
Benevento
1
PROSSIMO TURNO
16.12
Inter
Udinese
16.12
Torino
Napoli
16.12
Roma
Cagliari
17.12
Hellas Verona
Milan
17.12
Bologna
Juventus
17.12
Fiorentina
Genoa
17.12
Sampdoria
Sassuolo
17.12
Crotone
Chievo
17.12
Benevento
Spal
17.12
Atalanta
Lazio