sarri_sky.jpg

Sarri: «Abbiamo avuto cazzimma e voglia di vincere. Male il primo tempo, colpa anche del campo»

Scritto da -

Il tecnico azzurro Maurizio Sarri ha parlato dopo il successo ottenuto in extremis contro la Sampdoria al San Paolo. «Questa situazione di svantaggio ci poteva creare grosse difficoltà. Nel primo tempo abbiamo perso tantissimi palloni sia per la bravura dell'avversario sia per lo stato del campo che era pessimo per poterci palleggiare. Il campo ci costringeva a fare un tempo di più di gioco rallentando l'azione. Penso che abbia influito anche il carico pesante di lavoro fatto in questi 10 giorni. Fermo restando che possiamo fare di meglio di quanto visto stasera».

«Capisco l'amarezza di Ferrero e Giampaolo. Però c'è un episodio dubbio nel primo tempo che poteva essere rigore, e anche un possibile fallo da espulsione. Inoltre certi atteggiamenti, come quello del portiere avversario, dovevano essere frenati molto prima. Dell'arbitraggio non sono molto contento neppure io quindi...»

«Tonelli è stato bravo ad avere pazienza, noi anche parecchia ad aspettarlo. Cessione? Non andrà via, lo escludo. Negli ultimi due mesi ha fatto dei passi avanti giganteschi. Già a Firenze avevo avuto qualche dubbio, stasera invece nessuno e alla fine è andata benissimo visto che ha pure segnato».

«Sono contento di quel che ha fatto il Napoli nel secondo tempo, perché ci abbiamo messo tanta cazzimma e determinazione per vincerla anche in modo diverso da quello che facciamo di solito, visto che non stavamo facendo il nostro gioco solito per quei motivi che dicevo prima. Ce ne siamo resi conto e così abbiamo provato a giocarla con armi differenti. Questo mi fa piacere».

«Dal punto di vista della lucidità abbiamo fatto bene, perchè poi negli ultimi 20 minuti abbiamo anche rischiato tanto visto che c'erano 4 attaccanti e due mediani offensivi, per cui abbiamo dovuto davvero interpretarla bene per rimanere così ordinati in campo».

Il 4-2-3-1. «Quella soluzione l'abbiamo adottata solo perchè in svantaggio. Hamsik e Zielinski più quattro attaccanti mi sembra una botta di ottimismo... Però sono rimasti ordinati e questo mi ha fatto piacere».

«Là davanti abbiamo sbagliato tanto perché i tre piccoletti sono abitati a giocare veloce e palla a terra, e su un campo così è chiaro che gli errori si moltiplicano».

«Gabbiadini? Non è stato messo fuori e lo tengo in considerazione. Ha tirato un rigore difficile a Firenze e stasera ci ha rimesso in partita. Fino a quando non mi diranno che andrà ceduto continuerò a considerarlo un calciatore del Napoli. La volontà del ragazzo sarà decisiva, ma al momento non ho notizie di un addio. La società non mi ha detto nulla su una sua possibile cessione in tempi immediati».

Su Strinic. «Ha fatto un paio di errori difensivi clamorosi nel primo tempo, e non deve accadere. Però nella ripresa fatto anche buone cose, era più tranquillo e più sicuro. Un ragazzo quando gioca poco può avere anche delle difficoltà».


RISULTATI
19.02
Fiorentina
Spezia
3 - 0
19.02
Cagliari
Torino
0 - 1
20.02
Lazio
Sampdoria
1 - 0
20.02
Genoa
Verona
2 - 2
20.02
Sassuolo
Bologna
1 - 1
21.02
Parma
Udinese
2 - 2
21.02
Milan
Inter
0 - 3
21.02
Atalanta
NAPOLI
4 - 2
21.02
Benevento
Roma
0 - 0
22.02
Juventus
Crotone
3 - 0
CLASSIFICA
1
Inter
53
2
Milan
49
3
Juventus
45
4
Roma
44
5
Atalanta
43
6
Lazio
43
7
NAPOLI
40
8
Sassuolo
35
9
Verona
34
10
Sampdoria
30
11
Genoa
26
12
Bologna
25
13
Udinese
25
14
Fiorentina
25
15
Benevento
25
16
Spezia
24
17
Torino
20
18
Cagliari
15
19
Parma
14
20
Crotone
12
PROSSIMO TURNO
26.02
Torino
Sassuolo
27.02
Spezia
Parma
27.02
Verona
Juventus
27.02
Bologna
Lazio
28.02
Sampdoria
Atalanta
28.02
Crotone
Cagliari
28.02
Inter
Genoa
28.02
Udinese
Fiorentina
28.02
NAPOLI
Benevento
28.02
Roma
Milan