arbitro.jpg

VAR, cambiano alcune regole. Novità previste per i falli di mano in area

Scritto da -

L'IFAB ha apportato alcune modifiche al regolamento che è stato seguito fino ad ora
Dal prossimo anno il VAR cambia ancora. L'IFAB (International Football Association Board) ha infatti deciso un nuovo regolamento che riguarda i falli di mano, i calci di rigore e i cartellini gialli.

VAR e falli di mano


Una delle principali conclusioni alle quali si è arrivati è che gli arbitri il prossimo anno verranno richiamati al VAR più spesso perché l'IFAB li esorterà a controllare tutte le azioni soggettive. L'audio delle conversazioni con la sala VOR non verrà fatto ascoltare e per il fallo di mano si stabilirà che se la palla colpisce la spalla non ci sarà alcun intervento dell'arbitro, ma se colpisce il gomito verso il basso invece sì.
Nel caso in cui l'attaccante tocchi involontariamente la palla con la mano, verrà penalizzato solo se la giocata si concretizza subito con un gol o se l'attaccante o la sua squadra ne sono favoriti (per esempio se passa poco tempo dal tocco di mano). Per determinare chiaramente quando è fallo di mano, il limite del braccio è nel punto inferiore dell'ascella.

Calcio di rigore e cartellini gialli


Se il portiere si muove prima al momento della battuta di un calcio di rigore ma la palla non entra in porta o colpisce il palo o la traversa, il tiro non verrà ripetuto (è la regola usata fino ad ora), a meno che l'infrazione del portiere non abbia chiaramente influenzato il tiratore.
Eventuali cartellini gialli sventolati durante la partita (compresi i supplementari) non saranno presi in considerazione nella lotteria dei rigori. Se un giocatore prende un giallo durante i 120' e uno durante i rigori, non verrà espulso. Nel caso in cui il portiere e il tiratore vìolino contemporaneamente le regole, sarà penalizzato il tiratore.

Altre regole


Un giocatore che non rispetta la distanza obbligatoria di 4 metri quando il pallone è a terra verrà ammonito.
Se in un calcio di rinvio o di punizione il portiere gioca la palla verso un compagno di squadra e questi gli restituisce con la testa o il petto il pallone affinché il portiere lo possa riprendere, il rinvio o la punizione verranno ripetuti ma l'azione non avrà una sanzione disciplinare, a meno che l'infrazione non si sia verificata ripetutamente.


  Commenti (0) Inserisci un commento (I commenti saranno sottoposti a moderazione)




Inserisci un commento
Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio, non sarà pubblicata)

Sito Web


Antispam: scrivi solo le lettere (case sensitive)
2 c 2 P 7 x
RISULTATI
29.02
Lazio
Bologna
2 - 0
29.02
NAPOLI
Torino
2 - 1
01.03
Lecce
Atalanta
2 - 7
01.03
Cagliari
Roma
3 - 4
08.03
Parma
Spal
0 - 1
08.03
Milan
Genoa
1 - 2
08.03
Sampdoria
Verona
2 - 1
08.03
Udinese
Fiorentina
0 - 0
08.03
Juventus
Inter
2 - 0
09.03
Sassuolo
Brescia
3 - 0
CLASSIFICA
1
Juventus
63
2
Lazio
62
3
Inter
54
4
Atalanta
48
5
Roma
45
6
NAPOLI
39
7
Milan
36
8
Verona
35
9
Parma
35
10
Bologna
34
11
Sassuolo
32
12
Cagliari
32
13
Fiorentina
30
14
Udinese
28
15
Torino
27
16
Sampdoria
26
17
Genoa
25
18
Lecce
25
19
Spal
18
20
Brescia
16
PROSSIMO TURNO
08.03
Genoa
Parma
08.03
Inter
Sassuolo
08.03
Bologna
Juventus
08.03
Lecce
Milan
08.03
Fiorentina
Brescia
08.03
Torino
Udinese
08.03
Atalanta
Lazio
08.03
Verona
NAPOLI
08.03
Spal
Cagliari
08.03
Roma
Sampdoria